NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Logo San Camillo

Logo Regione Lazio

Ospedale San Camillo: due equipe d’eccellenza in chirurgia neonatale, eseguiti simultaneamente parto e intervento di gastroschisi

Un eccezionale parto ed un intervento di chirurgia neonatale simultaneo  presso il san Camillo dove, due settimane fa un neonato portatore di un grave difetto della parete addominale gastroschisi  con diagnosi prenatale è stato sottoposto appena nato -  nello stesso blocco operatorio - dove la mamma aveva  partorito ad un delicato intervento di ricostruzione  intestinale e parete dell’addome.

Un intervento che ha richiesto l’impiego di due equipe mediche una ginecologica e una di chirurgia neonatale per un totale di 12 operatori tra medici e infermieri.

“La gastroschisi - spiega Vito Briganti, Direttore della Chirurgia neonatale  - è una malformazione grave della parete addominale che si verifica quando tutto l’intestino è posizionato all’esterno dell’addome per assenza di parte dei muscoli addominali.  

Nell’intervento chirurgico il fattore tempo, ovvero l’immediatezza  d’intervento è l’elemento discriminante al fine di ridurre la mortalità e la morbidità del neonato. Come avvenuto nel caso di questo piccolo venuto alla luce quattro settimane fa, il lavoro è stato organizzato partendo dal parto cesareo della mamma e proseguendo con l’intervento di gastroschisi sul neonato. Le equipe hanno lavorato su due sale operatorie attigue, senza dover trasportare il neonato dalla sala parto a quella operatoria. Un’organizzazione ottimale che ha permesso di evitare tutte le possibili e gravi complicanze legate al tempi di trasporto”.

“La Gastroschisi, così come l’onfalocele che è un altro difetto congenito addominale - spiega Briganti -  è una malformazione che colpisce  un neonato su 3500.  Si tratta di patologie in cui una corretta diagnosi prenatale, il timing del parto e l’immediata correzione del difetto subito dopo la nascita costituiscono fattori cardine del trattamento e condizioni essenziali per la riduzione della mortalità del bambino”.

“Questo intervento è stato possibile perché il nostro Ospedale possiede oltre una consolidata e riconosciuta “expertise” chirurgica ed anestesiologica ed una efficiente organizzazione delle sale operatorie con medici ed infermieri di altissimi profilo e pr questo è ospedale di riferimento per la diagnosi e la cura dei più complessi difetti della parete addominale dei neonati

Ufficio Stampa

Le notizie in evidenza, i comunicati per la stampa e una selezione di articoli pubblicati sulle testate nazionali

In evidenza
Comunicati Stampa

Rassegna Stampa

Scrivi una mail

Accedi