NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Logo San Camillo

Logo Regione Lazio

Lettera aperta del Direttore generale Fabrizio d'Alba

L'Ospedale San Camillo non è un luogo oscuro dove aver paura di esporsi. Anche per criticare. Ecco perchè dico no alle denunce anonime

Noi siamo contro le voci anonime, contro chi diffonde “notizie” di disservizi senza avere il coraggio di metterci la faccia e dichiarare le proprie fonti.

Siamo con chi - al contrario - anche di fronte alle difficoltà, fa un passo avanti per esporre le proprie critiche mettendosi in gioco in un confronto aperto in cui ognuna delle parti è capace e disponibile anche a rivedere le proprie posizioni valutando quelle altrui.
Noi siamo contro le voci anonime, perché al San Camillo - l'ospedale che orgogliosamente guido da due anni - anche a fronte di smagliature di sistema e difficoltà non è mai venuta meno la volontà al confronto diretto, democratico tra le parti. Mai questa direzione si è sottratta ad affrontare le difficoltà del nostro ospedale, criticamente analizzando anche il suo operato e responsabilmente impegnandosi per tentare di superarle.

Ecco perché dico no!

Agli anonimi che trovano “megafoni” mediatici sempre molto disponibili, per denunciare disservizi senza specificare le loro fonti. Chi lo fa danneggia la propria azienda, il proprio luogo di lavoro squalificando il lavoro di tanti suoi colleghi e vanificando gli sforzi continui di rendere servizi sempre migliori.

Il San Camillo non è un enclave di quelle terre lontane raccontate da molti scrittori, dove aver paura di esporre le proprie critiche.
Noi siamo a favore di chi partecipa responsabilmente al vero cambiamento, con chiarezza e lealtà avendo come obiettivo quello di difendere e valorizzare l'Ospedale San Camillo e con lui tutti coloro che quotidianamente “spendono” le loro energie per dare un servizio agli altri.
Non è uno slogan, l’impegno per cambiare passa attraverso il dialogo e non il chiacchiericcio e le “spifferate anonime” da corridoio senza mittente.
Rendere l'Ospedale San Camillo ogni giorno più solido, moderno, funzionale vicino ai bisogni dei lavoratori e dei cittadini e capace di consolidare la reputazione faticosamente raggiunta negli anni è il nostro obiettivo.
Se il San Camillo è casa nostra non dobbiamo distruggerne le fondamenta che sono la reputazione dei sui professionisti e la considerazione degli utenti.
Un obiettivo che nulla ha in comune con chi usa le voci anonime senza volto.

Ecco perché dico No!

Fabrizio d'Alba  

Ufficio Stampa

Le notizie in evidenza, i comunicati per la stampa e una selezione di articoli pubblicati sulle testate nazionali

In evidenza
Comunicati Stampa

Rassegna Stampa

Scrivi una mail

Accedi