UOSD URP COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE RAPPORTO CON LE ASSOCIAZIONI
Responsabile Maura COSSUTTA

INFORMAZIONE E TUTELA


ACCOGLIENZA
COME RAGGIUNGERCI
ALLOGGI NEI DINTORNI DELL'OSPEDALE
(in aggiornamento)
PUNTI DI RISTORO

INFORMAZIONE E ORIENTAMENTO
MAPPA OSPEDALE
CONTATTI E ORARI
GUIDA L’OSPEDALE IN TASCA
(in aggiornamento)
COME FARE PER...
MATERIALE MULTILINGUA
OSPEDALE CULTURALMENTE COMPETENTE
INTERNAZIONALIZZAZIONE E COOPERAZIONE
ASSISTENZA AI CITTADINI STRANIERI
ASSISTENZA RELIGIOSA

TUTELA
REGOLAMENTO SISTEMA DI TUTELA
COME PRESENTARE UNA SEGNALAZIONE
REPORT SEGNALAZIONI

RICERCA VALUTATIVA - UMANIZZAZIONE DELLE CURE - CICLO DEMING DELLA QUALITA'

CICLO DEMING DELLA QUALITA' DAL LATO DEL CITTADINO
CARTA DEI SERVIZI (in aggiornamento)
QUALITA' PERCEPITA
VALUTAZIONE VISSUTI DI MALATTIA E CURA

COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE

REGOLAMENTI
PRODOTTI DI COMUNICAZIONE

RAPPORTI CON LE ASSOCIAZIONI

TAVOLO MISTO DI PARTECIPAZIONE - REGOLAMENTO
COLLEGAMENTO AL SITO DELLA RETE DELLA SOLIDARIETA'
RIFERIMENTI NORMATIVI

L'OSPEDALE CULTURALMENTE COMPETENTE
Come risposta alla diversità culturale e alla centralità della persona

“La competenza culturale è un insieme di comportamenti, atteggiamenti e politiche che diventano patrimonio comune di un sistema, di un’agenzia o fra professionisti e che mette in grado quel sistema, quell’agenzia o quei professionisti di lavorare efficacemente in un contesto transculturale.” (A. Chiarenza)

DA DOVE NASCE

L’Ospedale Culturalmente Competente è stato promosso dall’Azienda San Camillo Forlanini nell’anno 2009. Si ispira ai principi e agli obiettivi della Dichiarazione di Amsterdam (“Verso Ospedali accoglienti per gli immigrati in una Europa etnoculturale diversa. Migrazione, diversità, salute e ospedali”, 2004) nella quale sono contenute specifiche raccomandazioni per i sistemi sanitari europei affinché divengano “organizzazioni accoglienti per gli immigrati e culturalmente competenti e per sviluppare servizi individualizzati, personali dai quali ogni paziente possa trarre giovamento”, con la consapevolezza che “gli investimenti nell'aumentare la rispondenza ai bisogni della popolazione a rischio sarà un passo importante verso la garanzia e lo sviluppo della qualità globale”.
Nell’Ospedale Culturalmente Competente il tema della salute dei migranti è inserito nel quadro più generale delle differenze che caratterizzano la società attuale e della loro connessione con le disuguaglianze di salute e di accesso ai servizi. Nel processo di cambiamento verso l’Ospedale Culturalmente Competente sono coinvolte le direzioni aziendali, le professioni sanitarie, i responsabili delle politiche sanitarie, la ricerca sanitaria, gli utenti e i rappresentanti delle minoranze. L’attenzione è rivolta alla qualità e all’equità degli interventi assistenziali, ma anche alla sostenibilità dei sistemi sanitari in quanto i risultati attesi incidono sulla riduzione dei costi inappropriati. Le azioni di miglioramento rivolte ai bisogni dei migranti, anziché configurarsi come interventi frammentari volti a fronteggiare le emergenze, sono delineate come azioni integrate con le altre unità operative dell'azienda e sono inserite in un quadro più generale di sviluppo organizzativo e gestionale aziendale.

OBIETTIVO GENERALE

Promuovere un processo di sviluppo complessivo dei servizi, per realizzare un modello organizzativo e gestionale che, finalizzato alla presa in carico globale dei pazienti stranieri, migliori l'equità e l'appropriatezza delle risposte assistenziali per tutte le persone.

OBIETTIVI SPECIFICI

AZIONI SVOLTE

Approfondimenti specifici

1. Forum sulla salute delle donne italiane e migranti

2. Progetto F.E.I. Fondo Europeo per l'Integrazione di cittadini dei Paesi terzi

3. Materiale multilingua

4. Mediazione culturale in Azienda - Report annuali


Dr.ssa Maura Cossutta
Delegato per l'Ospedale Culturalmente Competente.
Per informazioni chiamare il numero telefonico 0658705577 oppure scrivere a mcossutta@scamilloforlanini.rm.it

Homepage URP