intestazione

home page>> gestione maxiemergenze

GESTIONE EMERGENZE

Diagramma generale del Piano Emergenza Aziendale

L’Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini oltre ad essere dotata di un Piano per la Gestione delle Emergenze (Registrazione Aziendale N. 177 del 22/07/2008, Determinazione Dirigenziale N. 11 del 21/07/2008), ha predisposto un Piano di Emergenza Interna per Massiccio Afflusso di feriti (PEIMAF) ed ha intrapreso dal 2003 un percorso di formazione per Istruttori HDM (Hospital Disaster Management) rivolti a personale sanitario interno e attivato, con tali risorse un GOI (Gruppo Operativo Interdisciplinare) e dei corsi sulla pianificazione dell’emergenza in caso di Maxiemergenza che ha coinvolto il personale sanitario dell’Azienda con l’obiettivo di acquisire competenze e conoscenze inerenti il PEIMAF Aziendale e garantirne l’applicazione nelle strutture interessate.

La “Pianificazione dell’emergenza intraospedaliera a fronte di una maxi emergenza” prevede come definito dalle Linee Guida emanate dal Servizio Emergenza Sanitaria del Dipartimento della Protezione Civile nel Settembre 1998 che l’organizzazione operi su due distinti piani anche se sottolinea la completa compatibilità tra loro in relazione alle procedure da eseguire: il Piano di emergenza per Massiccio Afflusso di Feriti (PEMAF) e il Piano di Evacuazione (PEVAC).


I PIANI DI EMERGENZA

GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Il piano di evacuazione si inserisce in un ambito più ampio che ricomprende comunque la specificità della gestione dell’emergenza ma che non può esaurirsi con essa. Le strutture ospedaliera hanno particolarità tipiche che potrebbero comportare una serie complessa di problemi e di conseguenze: Presenza in qualunque ora del giorno di persone in numero variabile che frequentano la struttura a diverso titolo:
1. Personale sanitario
2. Personale amministrativo
3. Pazienti
4. Visitatori
5. Lavoratori di ditte esterne.
Il piano di evacuazione rappresenta una parte importante del piano di emergenza, in quanto, oltre che ad essere individuati tutti i comportamenti da attuare in fase di emergenza per garantire la tutela delle persone presenti a qualsiasi titolo nella struttura considerata, vengono esplicitate le misure adottate e assegnate precisamente le responsabilità delle attività. Nel piano di evacuazione, ancor più del piano di emergenza, devono essere definiti e descritti con precisione tre aspetti: 1. La strategia: definizione dei compiti
2. La tattica: modalità con cui svolgerli
3. La logistica: strumenti necessari

I NUMERI DELL'EMERGENZA

4493 Numero emergenza interno

112 è il numero unico per chiamare:


# Vigili del fuoco


# Emergenza sanitaria


# Carabinieri


# Polizia


# Guardia di Finanza


# Corpo forestale dello Stato


06 3054343 Centro antiveleni (policlinico Gemelli)

COMUNE DI ROMA

06 67109200 Protezione Civile
06 67691 Polizia Municipale

DOCUMENTI EMERGENZE INTERNE:

Antincendio ed Emergenze

Indicazioni per il personale, pazienti e visitatori in caso di incendio

Procedure di origine interna

# Delibera approvazione Piano di Emergenza interno ed esterno => NEW <=
# Piano PEVAC
# Opuscolo rischio sismico
# Obblighi in materia di Salute e Sicurezza - vie ed uscite di Emergenza
# Addetti Antincendio per struttura
# Piano per la gestione delle emergenze dell'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini
# Procedura Interna Squadra Antincendio Aziendale
# Planimetrie antincendio
# Audit Piano Emergenza Interno (P.E.I.)
# Il soccorso alle persone disabili
# Istruzioni per il trasporto a mano di persone aventi mobilità ridotta
# Procedura Primo Soccorso
# Modulo autocontrollo Cassetta di Pronto Soccorso
# Procedura Gestione in sicurezza bombole di ossigeno
# Procedura caduta neve, formazione di ghiaccio e ondate di grande freddo
# Deliberazione Addetti alla lotta antincendio ed emergenza
# Deliberazione Addetti al primo soccorso
# Gestione elisuperficie

Gestione emergenza Asilo Nido aziendale

# Emergenza generale Asilo Nido
# Emergenza interna Asilo Nido
# Flow Chart allarme evacuazione

Informazione e formazione emergenze

# Sintesi Linee Guida 2015 RCP ECC


# Aggiornamento regola tecnica prevenzione incendi 2015 => NEW <=
# Decreto interministeriale 9 settembre 2014 - Modelli semplificativi
# Linee Guida Emergenza Regione Lazio - Protezione Civile 2014
# Regolamento Prevenzione Incendi
# Formazione antincendio – Gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro - INAIL
# Affrontare l'emergenza - Protezione Civile
# Manuale per gli incaricati di Primo Soccorso - INAIL
# Il soccorso alle persone disabili. Ministero dell'Interno
# La Sicurezza in Ospedale - INAIL => NEW <=
# Esercitazioni/simulazioni evacuazione 2017 - 2019

GESTIONE EMERGENZE ESTERNE

Il PIANO di EMERGENZA PER MASSICCIO AFFLUSSO di FERITI (PEMAF) è necessario dal momento che l’ospedale è l’ultimo essenziale anello della catena di soccorso in caso di calamità e la sua totale o parziale inefficienza, dovuta anche a carenza di risorse gestionali e di procedure predisposte condivise e testate, può incidere negativamente sull’efficacia dell’intera organizzazione.

DOCUMENTI EMERGENZE ESTERNE:

P.E.I.M.A.F. - Piano Emergenza Interno per Massiccio Afflusso Feriti

# Piano Emergenza Interno Massiccio Afflusso di Feriti => NEW <=
# Delibera Unità di Crisi PEIMAF
# Piano azione Blocchi Operatori
# PEIMAF Simt e gestione maxiemergenza regionale
# Deliberazione piano PEIMAF
# Piano chiamate in caso di M.A.F. e mobilità personale
# Le chiamate a cascata
# P.S. MAF – Evacuazione sale di attesa
# Istruzione Operativa DPI in caso di PEIMAF
# Procedura attivazione antidoti
# Rapporto di Audit - PEIMAF
# Piano Intervento Psicologico nelle Maxiemergenze
# Schede psicologo in caso di MAF

Informazione e formazione maxiemergenze

# Esercitazioni Massiccio Afflusso Feriti DEA
# Formazione Hospital Disaster Management
# Criteri di massima per l'organizzazione dei soccorsi sanitari nelle catastrofi - Decreto Ministeriale
# Linee guida per la pianificazione dell'emergenza intraospedaliera a fronte di una maxiemergenza - Presidenza del Consiglio dei Ministri
# Triage sanitario nelle catastrofi - Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri

Per informazioni scrivere a: Angelo ORELLI (CV -- -- Email)
P.O. Procedure ed Esercitazioni per le Emergenze

# Relazione Attività - Informazione, Formazione ed esercitazioni pratiche Piani emergenza #

Roma, 15/11/2017

Primo piano


FONDAZIONE
Scopo esclusivo della Fondazione è la ricerca nel campo della salute
U.R.P.
Informazione, accoglienza e tutela del cittadino
ECCELLENZA
L'attività clinica di eccellenza delle nostre unità operative
D.I.T.R.O.
Il servizio infermieristico, tecnico, riabilitativo e ostetrico della nostra azienda
DONIAMO IL SANGUE
Essere parte della soluzione, non del problema
CARTELLE CLINICHE
Modalità di richiesta della documentazione clinica